“Catámes”, cinque spettacoli per stare insieme a Capogalliano

“Catámes”, cinque spettacoli per stare insieme a Capogalliano

Dopo lo stop causato dalla pandemia, ritorna a distanza di due anni la rassegna di teatro e musica “Catámes” che in dialetto modenese significa ritrovarsi, stare insieme. Il primo appuntamento, in programma domenica 20 novembre, segnerà ufficialmente l’avvio della quarta edizione che propone, all’interno della sala comunale “La Montagnola” di Campogalliano, cinque spettacoli rivolti a un pubblico trasversale. Due le principali novità: l’ingresso gratuito agli eventi e la direzione artistica curata interamente dal settore Cultura del Comune di Campogalliano.


“Abbiamo fortemente voluto il ritorno di questa manifestazione – dichiara l’assessore alla Cultura Luisa Zaccarelli – e lo dimostra la qualità del cartellone, frutto di un importante lavoro di squadra condotto in questi mesi. Ritorniamo nella nostra storica sala comunale per stare nuovamente insieme, davanti ad artisti di grande spessore”.


Due gli spettacoli in programma nel mese di novembre. L’avvio di stagione, domenica 20 novembre ore 17, è dedicato alle famiglie con la fiaba di Charles Perrault “Pollicino”, adattata in versione teatrale da Ilaria Gelmi, nella doppia veste di autrice e attrice. Il secondo evento di domenica 27 novembre sempre alle ore 17 invece, mette in scena “La città delle Dame” (1404-1405), testo di Christine de Pizan (prima scrittrice professionista della letteratura occidentale) posto in dialogo con l’opera di Boccaccio, grazie alla trasposizione teatrale curata da Cristina Bartolini.




Sono tre gli spettacoli nel mese di dicembre. Esordio domenica 4 dicembre alle 21 con “Gospel experience”, concerto della corale modenese tra canti spiritual tradizionali e moderni gospel; l’evento è l’unico della rassegna ospitato nella Chiesa parrocchiale di S. Orsola. Domenica 11 dicembre, ore 21, invece, ritorna a Campogalliano, dopo lo show estivo, il varietà di Andrea Ferrari che include monologhi, momenti musicali e di vernacolo emiliano-romagnolo. Chiude la manifestazione, domenica 18 dicembre, ore 20.30, il giovanissimo pianista e maestro campogallianese Andrea Artioli, che propone un viaggio musicale tra alcuni grandi compositori di musica classica come Rachmaninoff e Chopin.












source
Leggi la notizia integrale su: Modena Today

Contact to Listing Owner

Captcha Code