Giornata degli alberi: al via i lavori per il "Parco 110" gialloblù

Giornata degli alberi: al via i lavori per il "Parco 110" gialloblù

Lunedì 21 novembre, Giornata nazionale degli alberi, tre nuove essenze, un pioppo bianco, un frassino e un acero campestre, saranno messe a dimora nell’area verde tra via Costa e via Santi. Ma la Festa degli alberi modenese comincia domenica 20 novembre e prosegue fino a domenica 27 con altre piantumazioni programmate in via del Sagittario e al parco Amendola a cura di associazioni e di cittadini.

Domenica 20 novembre, una quindicina di alberi forestali saranno piantati lungo il perimetro del lato sud del bosco spontaneo in via del Sagittario a cura dei residenti della zona.

Lunedì 21 novembre, le tre nuove piante di via Santi saranno messe a dimora a cura del Lions Club Modena Sigonio Terre del Panaro, con la partecipazione di studenti dell’Istituto tecnico Zanarini e dell’assessora all’Ambiente del Comune di Modena Alessandra Filippi.

E un nuovo appuntamento di piantumazione è in programma per domenica 27 novembre, al parco Amendola, dove una quarantina di nuove essenze troveranno casa grazie all’associazione Cefa onlus.

Nella stagione della piantagione, che va da novembre a marzo, sono oltre 1.700 le nuove piante che saranno messe a dimora in aree pubbliche: oltre a quelle già programmate nell’area a sud della rotatoria di Vaciglio e nel nuovo Parco 110, sono previste nuove piantumazioni al parco della Costituzione, nell’ambito del progetto Bosco della vita a cura di Ant; al parco Amendola, a cura della Casa delle culture; nell’area cani di Torrenova e all’ex campo Cesana, oltre a diverse sostituzioni di alberature stradali, in particolare nel comparto ex Vinacce.

Tra le vie Dogali e Montecuccoli piantumate 110 piante, una per ogni anno del Modena Calcio

Lunedì 21 novembre, se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, nell’area verde tra via Dogali, viale Montecuccoli e via Padre Candido che comprende anche l’area cani, prendono il via i lavori per realizzare il “Parco 110” che rende omaggio ai 110 anni del Modena Calcio.

La prima delle 110 piante, un ginkgo biloba, è stata simbolicamente messa a dimora dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli e dal presidente Carlo Rivetti lo scorso 5 aprile, giorno in cui cadeva l’anniversario della nascita della società sportiva avvenuta nel 1912. Per l’avvio vero e proprio dei lavori, però, si è atteso l’autunno, stagione più idonea per le piantagioni, grazie all’abbassamento delle temperature, alla maggiore piovosità che ammorbidisce il terreno e al riposo vegetativo delle piante stesse che favorisce l’attecchimento.

I lavori, che comportano la chiusura dell’area cani, dureranno circa tre settimane e prevedono la preparazione del sito, la realizzazione dell’impianto irriguo e, infine, la messa a dimora degli alberi.

Gli alberi saranno piantumati in modo da comporre la “M” di Modena, con ginkgo biloba a fioritura gialla, e la “C” di Calcio, con i cosiddetti alberi dei rosari, a chioma blu, parzialmente incrociati tra loro. Le altre essenze previste, che andranno a contornare l’area e la zona dedicata ai cani, sono aceri campestri, peri, noccioli, frassini meridionali e bagolari.

La realizzazione del Parco 110 ha un costo di 42 mila euro, finanziati in parte dalla società Modena Fc 2018. Il parco, ribattezzato “Radici giallobù” è una delle principali iniziative realizzate, in collaborazione tra la società sportiva e l’amministrazione comunale, per la ricorrenza della fondazione del club.

source
Leggi la notizia integrale su: Modena Today

Contact to Listing Owner

Captcha Code