Il pavullese Alessandro Giacobazzi è campione italiano di maratona

Il pavullese Alessandro Giacobazzi è campione italiano di maratona

Per la quarta volta la Maratona di Ravenna. che si è corsa oggi, ha ospitato i campionati italiani assoluti di specialità. A vincere il titolo di campione italiano nella categoria maschile è stato Alessandro Giacobazzi che ha transitato il traguardo in 2.17.52, a completare il podio sono stati Alessio Terrasi in 2.19.04 e il figlio d’arte Manuel Togni, che all’esordio ha portato a casa un 2.25.43.

Un grande risultato per il talento pavullese della Fratellanza, che da ormai diversi anni si è affacciato ai risultati “che contano” e che cogli oggi un successo di assoluto prestigio.

In campo femminile invece, a vincere il titolo di campionessa italiana è stata Giulia Sommi, che insieme a Tappatà Denise si è resa protagonista sia del podio femminile di Maratona che del podio del campionato italiano. A completare le prime tre posizioni è stata De La Cruz Aguirre Nadine che ha chiuso la gara in 2.50.41.

La maratona

Nella Hoka Maratona di Ravenna Città d’Arte 42K, la vittoria è stata conquistata dal keniano Kimutai Nicodemus Kipkurui che ha fermato il cronometro a 2.11.55. A completare un podio maschile della 42K tutto keniano, Chelimo Nicholas Kipkorir al secondo posto e Kipsang Asbel al terzo. Nella Hoka Maratona di Ravenna femminile, invece, la vittoria è andata alla keniana Sarah Jerop che ha tagliato il traguardo in 2.39.13. A completare il podio sono state le due italiane Giulia Sommi in 2.41.19 e Tappatà Denise in 2.46.07 Passando alla Ravenna Half Marathon, sono stati abbattuti i due record del percorso.

Nella 21K maschile successo per il keniano Nyakundi Dickson Simba in 1.01.35 che ha battuto il record della gara abbassandolo di oltre 2 minuti, seguito da Hakizimana John in 1.02.06, proveniente dal Ruanda. Gradino più basso del podio per l’italiano El Fathaoui Yassine in 1.03.51. Anche nella Half Marathon femminile i record non sono mancati perché la vittoria è andata alla keniana Veronicah Njeri Maina, che ha abbattuto il suo stesso record fatto l’anno scorso portandolo a 1.11.30 seguita da Niabochoa Ronah Nyaboke (Ken) e da Wameru Ester Wangui (Ken).

source
Leggi la notizia integrale su: Modena Today

Contact to Listing Owner

Captcha Code