Progetti europei, trasferta a Lipsia per il Teatro Comunale di Modena

Progetti europei, trasferta a Lipsia per il Teatro Comunale di Modena

 Il Teatro Comunale di Modena in questi giorni è stato impegnato a Lipsia, la città di Johann Sebastian Bach, per un progetto Europa Creativa dedicato al grande compositore tedesco e presentato dall’organizzazione Leipziger Notenspur. La “Bach Academy”, una delle più importanti attività del progetto, ha visto la partecipazione di tre cantanti usciti dal corso di perfezionamento del Teatro Comunale che si sono incontrati per una settimana intensiva di prove insieme a un ensemble strumentale di diciotto altri giovani musicisti provenienti da conservatori e accademie di Francia e Germania.

Sotto la guida di Franck-Emmanuel Comte, direttore dell’orchestra barocca lionese Le Concert de l’Hostel Dieu, partner francese del progetto, il gruppo si è esibito con successo nella Chiesa di San Nicola e nella prestigiosa sala della Alte Börse, nel cuore di Lipsia, presentando un programma dedicato alle musiche di Johann Sebastian Bach e dei figli Wilhelm Friedemann, Carl Philipp e Johann Christian.

Il gruppo si è trasferito quindi a Lione per un nuovo concerto che si è tenuto domenica 20 nella Salle Sainte-Hélène. “Abbiamo avuto l’opportunità di lavorare in un ambiente internazionale, con studenti di ogni nazionalità” racconta Vincenzo Tremante, tenore di origine napoletana che, uscito dal corso lo scorso maggio, si è esibito a settembre a Madrid in un concerto organizzato dal Teatro Comunale e nell’opera Mefistofele andata in scena lo scorso ottobre. “Studiare ed eseguire la musica di Bach nella sua città è stata un’emozione indimenticabile” aggiunge Fiammetta Tofoni, soprano che il Teatro ha chiamato anche ad Avignone per un concerto al Teatro dell’Opera il mese scorso e attualmente impegnata in Belgio per una produzione di Gianni Schicchi.

“È raro potersi dedicare alla musica di Bach in una città che rappresenta la testimonianza storica della sua vita e della sua attività” conclude Svetolik Belosliudov, basso russo che al termine del corso del Teatro Comunale si è laureato al Conservatorio Rossini di Pesaro e che è stato chiamato a Modena per il Ballo in Maschera che si terrà a marzo. “Abbiamo perfino tenuto un concerto nella Nikolaikirche, la chiesa dove Bach è stato direttore musicale e per le cui funzioni religiose ha scritto molta della sua musica”.

La seconda edizione della “Bach Academy” si terrà a Modena, a giugno 2024, e nel frattempo il nuovo corso di perfezionamento del Teatro Comunale è stato riconosciuto fra le migliori proposte selezionate dal bando della Regione Emilia-Romagna e dal Fondo Sociale europeo e si svolgerà in una nuova edizione da marzo a maggio 2023.

source
Leggi la notizia integrale su: Modena Today

Contact to Listing Owner

Captcha Code