Soliera, al Castello Campori inaugurano le Raccolte Civiche

Soliera, al Castello Campori inaugurano le Raccolte Civiche

Sabato 26 novembre, alle ore 11, nella sala consiliare del Castello Campori, si inaugurano le Raccolte Civiche del Comune di Soliera. Le Raccolte riuniscono un patrimonio di libri, fotografie e documenti di proprietà del Comune che trovano ora la loro all’interno delle sale del Castello.


Il patrimonio conservato vuole salvare e rendere indelebile il ricordo di avvenimenti, luoghi, persone che hanno caratterizzato la storia e i territori solieresi, documentando le trasformazioni avvenute con il passare del tempo.


Il materiale fotografico, oltre a essere conservato e visibile fisicamente all’interno della sala, è stato digitalizzato ed è consultabile all’indirizzo www.albumdisoliera.it, permettendone in questo modo la fruizione completa e la ricerca secondo differenti criteri. Ogni fotografia è corredata da una scheda, redatta con criteri scientifici, che ne descrive gli elementi essenziali. Il lavoro avviato proseguirà con la catalogazione di fotografie contemporanee che attestano la vita di Soliera di oggi, ma anche con il coinvolgimento e l’apporto di tutti coloro che gradiranno contribuire a questo progetto di conservazione della nostra memoria. 


L’augurio è che, con il passare del tempo, i cittadini di Soliera siano sempre più coinvolti nella conservazione del loro patrimonio, che rende viva la memoria e l’identità della comunità, raccogliendo, donando o rendendo disponibili, se lo vorranno, le testimonianze del loro territorio così da costituire un “archivio della memoria” a disposizione di tutta la cittadinanza e di chiunque ne sia interessato. Ricordi storici, individuali, familiari e della collettività. 




A questi nuclei si aggiunge il notevole patrimonio storico documentale di Anpi sezione di Soliera che, in seguito a una convenzione con il Comune di Soliera, è stato depositato presso la sala delle Raccolte Civiche con lo scopo di valorizzarlo, rendendolo fruibile agli interessati e di garantirne la conservazione per la memoria futura.












source
Leggi la notizia integrale su: Modena Today

Contact to Listing Owner

Captcha Code